Saficency

Safety & Efficency

Che cosa hanno in comune sicurezza ed efficienza?

L’applicazione delle norme (cogenti e volontarie) sulla sicurezza fornisce un’occasione per una rilettura critica dell’intera organizzazione aziendale e delle complesse interazioni tra sicurezza, efficienza e produttività.

In questa logica il rispetto delle disposizioni cogenti diventa una leva strategica di gestione che sta alla base della riduzione dei costi, del miglioramento produttivo, dello sviluppo competitivo, dell’utilizzo ottimale delle risorse umane e contribuisce all’assunzione della responsabilità sociale dell’impresa.

Progetto di formazione: A3 Safety Report

Mutuato da A3 Report adottato da Toyota come strumento per affrontare, discutere e risolvere i problemi in particolare di produzione, ci si è interrogati sulla convergenza tra le teorie sviluppate negli anni ’90 per favorire una produzione “efficiente”, la cosiddetta Lean Production, ovvero produzione “snella”, e gli aspetti di salute e sicurezza. Si intuisce infatti che vi possano essere molteplici condizioni di insicurezza che si annidano in una organizzazione aziendale “inefficiente”, che non governa gli sprechi.

Assunto che non è affatto detto che la ricerca dell’efficienza vada di pari passo con la sicurezza è comunque interessante verificare come questa linea di pensiero possa essere funzionale a prevenire condizioni di insicurezza. Ecco che noi punteremo il dito appunto sugli aspetti legati agli sprechi come focus su cui andare a indagare ma lo guarderemo dal punto di vista della sicurezza e quindi verificheremo quando c’è coerenza tra efficienza e sicurezza e quando questa coerenza potrebbe venir meno.

Il percorso formativo che proponiamo è propedeutico all’attuazione di attività di miglioramento continuo realizzate negli specifici contesti di lavoro e dà i riferimenti necessari a integrare le misure di sicurezza nella realtà dell’organizzazione con l’obiettivo di ridurre concretamente e contestualmente l’incidenza economica delle inefficienze sia nel campo della Sicurezza che in altri campi di attività dell’organizzazione.

L’attività formativa rientra nel quadro dell’aggiornamento obbligatorio previsto dall’Accordo Stato Regioni del 2011 e, con diverse declinazioni, può essere rivolta a

  • dirigenti
  • preposti
  • lavoratori

Essa dispiega il massimo delle sue potenzialità nel caso in cui sia diretta a tutti questi soggetti in quanto il pieno coinvolgimento di tutto il personale è determinante per il successo del progetto. Ciascuna figura è infatti chiamata a svolgere il proprio ruolo in modo proattivo ed è attraverso la collaborazione partecipe e convinta che si possono ottenere tangibili risultati.

Tuttavia, in presenza della precisa volontà aziendale di attuare un progetto di riduzione delle inefficienze e di miglioramento della sicurezza, è possibile rivolgere la formazione anche a un solo soggetto con l’obiettivo di usarlo da volano per avviare un processo sistemico che coinvolga i ruoli limitrofi.

Specifiche del corso diretto ai dirigenti

Contenuti

  • presentazione del progetto di miglioramento della sicurezza e riduzione delle inefficienze
  • Individuazione delle modalità di esercizio della leadership nell’ambito del progetto: ruolo del dirigente
  • I guadagni della prevenzione (comparare costi e benefici)
  • Individuazione dei possibili terreni di disfunzionalità
  • Funzione dei team nell’individuazione delle inefficienze
  • Come guidare i team nell’individuazione delle inefficienze
  • Come descrivere un problema in modo oggettivo (4W2H)
  • Ciclo di Deming – PDCA
  • Gestire il sistema della sicurezza
  • Rilevazione dei Near miss quale opportunità
  • Strategie operative per impostare un programma di “miglioramento sicuro”

Durata: 6 ore

Specifiche del corso diretto ai preposti

Contenuti

  • presentazione del progetto di miglioramento della sicurezza e riduzione delle inefficienze
  • Individuazione delle modalità di esercizio della leadership nell’ambito del progetto: ruolo del preposto
  • Individuazione dei possibili terreni di disfunzionalità
  • Percezione: vedere è diverso da guardare
  • Funzione dei team nell’individuazione delle inefficienze
  • Motivare e indirizzare i sottoposti
  • Come descrivere un problema in modo oggettivo (4W2H)
  • Rilevazione dei Near miss quale opportunità

Durata: 6 ore

Specifiche del corso diretto ai lavoratori

Contenuti

  • presentazione del progetto di miglioramento della sicurezza e riduzione delle inefficienze
  • ruolo del lavoratore nell’ambito del progetto
  • Percezione: vedere è diverso da guardare
  • Funzione dei team nell’individuazione delle inefficienze
  • Come descrivere un problema in modo oggettivo (4W2H)
  • Rilevazione dei Near miss quale opportunità

Durata: 6 ore